patrocinio comune

0

RIS3, opportunità unica per le imprese del lapideo di far sentire la propria voce nella stanza dei bottoni della Regione

Novembre 17th, 2017
(nella foto, Manuela Gussoni di IMM. Ha coordinato i lavori per la ...
0

Marmotec - FORMAT DELLA KERMESSE RIVOLUZIONATO Ferri: un territorio pieno di risorse Bisogna creare nuovi posti di lavoro

Novembre 16th, 2017
(nella foto il Presidente IMM Carrarafiere Fabio Felici con il il ...
0

Duecento buyers, eventi e archistar: ecco Carrara² La fiera del futuro

Novembre 14th, 2017
la fiera DEL FUTURO(nella foto il Direttore Luca Figari)di Cinzia ...
0

Attrezzature per i bimbi ipovedenti in dono dai cavatori e dai Lions L’annuncio dell’Unione Ciechi: «Saranno utilizzate nelle scuole»

Novembre 13th, 2017
GRAZIE all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, i bambini ...
0

Opportunità per le aziende associate su finanziamenti e formazione

Novembre 09th, 2017
(nella foto il Consiglio Direttivo del consorzio Cosmave) Se ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMMOBILI che dispone un contributo a fondo perduto dal 20% al 40%

HENRAUX SPA FONDAZIONE HENRAUX
18 novembre ore 12:15
cerimonia di presentazione
Sabato 18 novembre 2017 alle ore 12.15, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, si svolge la cerimonia di presentazione della definitiva collocazione dell’opera Il Seme dell’Altissimo di Emilio Isgrò, che trova casa negli spazi adiacenti alla Triennale di Milano, in via Emile Zola nel Parco Sempione. L’opera è stata realizzata da Henraux S.p.A., azienda leader nell’escavazione e nella lavorazione del marmo, in occasione di Expo 2015 per poi essere donata alla Città di Milano per volere dell’artista e del Presidente di Henraux Paolo Carli.
Emilio Isgrò, considerato una delle figure più significative nel panorama artistico contemporaneo, ha pensato una scultura alta sette metri, realizzata in Bianco dell’Altissimo della Cava Cervaiole di Henraux. L’opera rappresenta un seme d’arancia ingrandito un miliardo e cinquecento milioni di volte.
L’artista, di origini siciliane ma milanese di adozione, ha scelto un soggetto strettamente legato alla sua terra e al Mediterraneo che è al contempo un simbolo globale e universale. Il seme è principio e origine della vita, appartiene all’universo e di esso è parte integrante e imprescindibile. Quest’opera, concepita dall’artista e appositamente creata per la Città di Milano, si rifà al protoseme realizzato da Isgrò nel 1998, una scultura in fiberglass allestita nella piazza della stazione di Barcellona Pozzo di Gotto, città natale dell’artista.
Durante Expo Il Seme dell’Altissimo è stato collocato di fronte all’accesso principale dell'Expo Center, accogliendo così milioni di visitatori arrivati a Milano da tutte le parti del mondo.
La scultura trova ora collocazione permanente vicino alla Triennale, all’interno di Parco Sempione. L’opera di Emilio Isgrò rappresenta un elemento importante per l’azione di riqualificazione dell’area. Nella sua nuova posizione, Il Seme dell’Altissimo sarà infatti accessibile a tutti i cittadini e ai visitatori di Milano. La Fondazione Henraux con questo omaggio alla Città di Milano unisce, ancora una volta, la preziosità del Bianco dell’Altissimo alla propria mission: rendere fruibile al pubblico la scultura in marmo.
L’installazione della scultura è stata possibile grazie al contributo di Editalia S.p.A., sponsor dell’operazione “Fondamenta per un’arte civile”.
La cerimonia è preceduta dalla presentazione, nell’ambito di Bookcity, della biografia di Emilio Isgrò intitolata Autocurriculum, alla quale intervengono Ferruccio de Bortoli e Salvatore Silvano Nigro per Sellerio. (18 novembre, ore 10.30).
Inoltre, dal 18 al 26 novembre 2017, nell’atrio della Triennale viene presentata la mostra I multipli secondo Isgrò a cura di Marco Bazzini (inaugurazione 18 novembre ore 11.30), che riunisce i multipli che l’artista ha realizzato in collaborazione con Editalia S.p.A.
“…Io non lavoro sulla clonazione planetaria. Non rappresento ciò che già di per sé è troppo vistoso e visibile, e dunque non ha bisogno di rappresentazioni ulteriori. Io, più modestamente, rappresento il seme che non si vede. Ma c’è.”
Emilio Isgrò, da Teoria del Seme, 1997
Ufficio Stampa Rosi Fontana, Press & Public Relations, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Messaggio elaborato elettronicamente
Message generated automatically
Rosi Fontana Press & Public Relations
fine art, antiques & cultural events » 56122 Pisa (PI) - Italy
T. +39 050 9711343
Internet https://www.rosifontana.it
EMail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


I vertici di Imm a confronto con la dirigenza di Confartigianato rassicurano sul futuro della kermesse

di Maria Mattei. L'articolo è stato riportato in forma ridotta anche sul periodico del consorzio Cosmave, VersiliaProduce, numero 101, Ottobre 2017.

Incontro i due ragazzi venuti dall’America per imparare i segreti dello scalpello in un caldissimo pomeriggio di fine luglio.
Sono coperti di polvere. Le loro braccia, le mani, le teste hanno già imparato i movimenti lenti e sapienti degli scalpellini carraresi.

Il Club di Carrara saluta l'importante riconoscimento ottenuto a Parigi. «Qui abbiamo fatto solo cose belle»

PARTECIPAZIONE IL DOCUMENTO PER LO «SVILUPPO SOSTENIBILE» DEL SETTORE LAPIDEO

Pagina 2 di 122

Home Page Foto Gallery

I bolidi Abarth al Musa
I bolidi Abarth al Musa

Lo staff tecnico di Cosmave cura il montaggio dei filmati sugli 8 megaschermi in occasione della cena di gala per la premiazione del Premio Barsanti e Matteucci, lo scorso 8 Aprile

I bolidi Abarth al Musa
I bolidi Abarth al Musa
Lo staff tecnico di Cosmave cura il montaggio dei filmati sugli 8 megaschermi de
Lo staff tecnico di Cosmave cura il montaggio dei filmati sugli 8 megaschermi de
I bolidi Abarth al Musa
I bolidi Abarth al Musa

Non solo marmo

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree