patrocinio comune

0

Cosmave incontra le scuole

Marzo 21st, 2019
Cosmave ha organizzato per Sabato 23 Marzo e Martedì 2 Aprile, in ...
0

Restauri dimostrativi di bozzetti - Palazzo Panichi, Pietrasanta

Marzo 20th, 2019
 (scarica la brochure) Sabato 23 marzo 2019 dalle ore 16.00 alle ore ...
0

Commessa per la Corea

Marzo 20th, 2019
A Daegu, una delle più importanti città della Corea del Sud andrà ...
0

Campolonghi ricorda Luigi Piacentini

Marzo 20th, 2019
Campolonghi ricorda Luigi Piacentini, primo direttore di stabilimento ...
0

Espositori turchi arrestati alla Xiamen Stone Fair

Marzo 19th, 2019
Quattro uomini d'affari turchi sono stati arrestati in Cina durante ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

Da Vienna a Carrara per scolpire alla Cooperativa Scultori. Avevamo scritto nelle scorse settimane dello scultore bergamasco Michelangelo Toffetti; ma a tracciare un simile percorso non c'è soltanto lui: in queste settimane ecco l'artista Marianna Blier che negli ultimi tre anni ha fatto spesso tappa a Carrara per addentrarsi nel mondo della scultura e del marmo. Nata in Russia, dove ha studiato, da una dozzina di anni a Vienna, anche lei ha fatto come lo scultore di Bergamo. A Carrara, alla Cooperativa Scultori, con il poker tutto carrarese composto da Riccardo Barsottini, Raffaele Bruzzi, Diego Zampolini e Andrea Franceschi. Per lei, qui all'ombra delle Apuane, tre progetti.

La proposta di otto municipi inserita nel programma per le cave della Regione. L'accordo prevede anche un tetto alle scaglie e al carbonato di calcio
Nei prossimi venti anni a Seravezza non si potrà portare via più di 1 milione e 680 mila metri cubi di marmo e pietre. A Stazzema 1, 3 milioni. Su tutto il distretto Apuo-versiliese 45 milioni di metri cubi. La fetta maggiore è di Carrara. È il tetto massimo inserito nel disegno di legge del Piano cave dalla Regione Toscana, una delle principali novità accolte dalla giunta di Enrico Rossi su proposta di otto Comuni: Carrara, Massa, Minucciano, Fivizzano, Casola in Lunigiana, Seravezza, Stazzema, e Vagli di Sotto. Per la prima volta - dicono congiuntamente quattro di queste amministrazioni - si fissano «quantitativi massimi sostenibili di escavazione». Si ripercuoteranno con molta probabilità sui Piani di bacino, soprattutto nelle aree di Parco, essendo il Piano cave sovraordinato come norma. Inoltre sarà fissato, nelle legge, un limite minimo di resa in blocchi dell'escavazione (30%, che può scendere però al 20%): per evitare di scavare solo scaglie e invece favorire la filiera corta. La concertazioneÈ avvenuta fra gli otto comuni e la giunta regionale.

AMBIENTE, cultura, denunce, visite e gite sociali: un altro anno carico di impegni per l’associazione Italia Nostra che per il 2019 non ha intenzione di arretrare neppure un passo. Tante iniziative in programma, molti progetti da mettere in cantiere con grinta e passione, come sempre. E a guidare il sodalizio di Massa e Montignoso ci sarà ancora Bruno Giampaoli, rieletto all’unanimità durante l’assemblea annuale per il rinnovo delle cariche. Fronte delle cave e del lapideo con una agguerrita Franca Leverotti che durante l’assemblea ha sollevato il problema delle tariffe della tassa marmi recentemente approvati dalla giunta e che «non corrispondono alla realtà. Alcuni marmi pregiati non sono stati opportunamente segnalati». E poi c’è ex Cava Fornace rispetto alla quale Italia Nostra continua a lamentare «la mancanza di dialogo con i politici locali».

«CRITICHE pregiudiziali agli imprenditori del marmo. Mai parlato di serrata».


Obiettivo turismo: l'info point di Cava Romana aprirà entro fine mese. Pronti due progetti di recupero della sentieristica.

Una mostra sulla Ferrovia Marmifera alla ex stazione del Tarnone. I pannelli ora al Cap saranno trasferiti in estate al Tarnone. Non prima, conferma l'assessore Forti, di aver finito i lavori edili per sistemare i due edifici, ,in parte danneggiati dai vandali, e in parte lasciati all'incuria per anni.

Pagina 11 di 306

La foto notizia

Le opportunità del digitale e i rischi del mancato utilizzo Un progetto della CCIAA Lucca in collaborazione con Cosmave
Le opportunità del digitale e i rischi del mancato utilizzo Un progetto della CCIAA Lucca in collaborazione con Cosmave

PID Punto Impresa Digitale è un progetto della Camera di Commercio di Lucca - in collaborazione con Cosmave - per incrementare il processo della digitalizzazione nelle imprese.

Non solo marmo

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree