patrocinio comune

0

I tormenti e l'estasi di Michelangelo raccontati ieri da Costantino Paolicchi

Agosto 18th, 2018
I tormenti, l’estasi di fronte al marmo bianco cui trarrà alcuni dei ...
0

Il Forte crocevia nel passato del commercio marmi. E allora ecco la mostra "Le Mani Segrete" di Artigianart

Agosto 13th, 2018
Inaugurata nella Sala Della Mutuo Soccorso di Forte dei Marmi la ...
0

Inaugurazione mostra dedicata al Maestro Pietro Cascella - Pietrasanta

Agosto 13th, 2018
Sabato 18 agosto, alle ore 19.00, inaugurazione della mostra La ...
0

La promozione della pietra naturale al centro del numero di Agosto del periodico di Cosmave

Agosto 08th, 2018
"Battito eterno, il viaggio emozionale del marmo”, l’evento ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

Pietrasanta, 30 marzo 2016. Ogni sua opera è un complesso incontro di sogno e realtà.

Domenica 3 aprile  2016, ore 11.30, inaugurazione della sede museale BOZZETTI IN VETRINA - Palazzo Panichi, Via Marzocco 1 - Pietrasanta

Pietrasanta, 30 marzo 2016_ Ogni sua opera è un complesso incontro di sogno e realtà. Ricordi, intuizioni, inaspettati voli pindarici del pensiero popolano l'universo creativo di Novello Finotti, veronese di nascita, pietrasantese di adozione, classe 1939, che da oggi sino al 10 luglio (inizialmente la chiusura era stata fissata per il 24 aprile ma in seguito al forte gradimento riscosso è stata decisa la proroga), espone oltre 40 opere di scultura nel prestigioso Museum of Art di Busan. E' la seconda tappa di un tour espositivo itinerante che in prima battuta, la scorsa primavera, lo ha visto protagonista al Seoul Museum, nella capitale del paese orientale. Finotti presenta opere dal '66 alle ultime creazioni, in marmo, bronzo, granito, basalto, di grandi e medie dimensioni, tra cui anche le opere esposte nel 1966 e nel 1984 alla Biennale di Venezia.
L'artista non è la prima volta che sbarca in Corea, nel 2004 ha partecipato alla Biennale d'arte di Busan, mentre nel 2013 è stato lo scultore coreano Kim Young – Won a esporre a Padova le sue opere insieme a quelle di Finotti, nel contesto delle aree monumentali della città. Ma come nasce questo rapporto con la Corea? "Tutto nasce da una mostra che tenni a Pietrasanta nel 1992 – spiega Finotti – venivano spesso a visitarla studenti coreani della vicina Accademia di Carrara. Con alcuni di loro nacque un rapporto di reciproca stima tanto che oggi, diventati professori o artisti, mi hanno chiamato a questo grande progetto espositivo che porterà le mie opere nelle principali città coreane".
"Finotti, come un magico funanbolo senza rete – scrive di lui Antonio Paolucci – cammina sugli abissi. Vede il Sogno e il Mito, contempla con classico distacco gli orrori e gli splendoti dell'umana condizione".
Novello Finotti vive e lavora tra Sommacampagna e Pietrasanta, dove è presente fin dal 1974. La sua fortuna internazionale inizia nel 1964, quando la Armony Gallery di New York gli dedica una personale. Da lì in poi lo scultore è passato da un importante appuntamento all'altro: nel 1966 e nel 1984 partecipa, su invito, alla Biennale internazionale d'arte di Venezia. Nel 1986 presenta una mostra antologica a palazzo Tè di Mantova, nel 2012 a Wageningen in Olanda.
Tra le opere più famose che gli sono state commissionate vi è l'intervento per la facciata della basilica di Santa Giustina di Padova; il decoro di un altare e una statua per la basilica di San Pietro a Roma.
ufficio stampa Alessia Lupoli | C 333 3103081 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www. alessialupoli.it

INTERNAZIONALE MARMI E MACCHINE CARRARA
is happy to invite you to the
1st International Sustainable Stone Conference!

Agostino Pocai, Nuovo Presidente Cosmave

Cambio al vertice di Cosmave: Agostino Pocai è il nuovo presidente del Consorzio, eletto durante l’ultimo Consiglio Direttivo del 30 marzo.

Dal 31 marzo al 3 aprile I Profumi del Marmo parteciperanno ad Esxence, il salone milanese dedicato alla Profumeria d’Arte che si svolgerà a The Mall Milano, in piazza Lina Bo Bardi nell’avveniristico quartiere di Porta Nuova.
Un grande risultato per l’azienda carrarese che, per la partecipazione, ha superato la selezione di una giuria tecnica rappresentata da esperti di tutto il mondo.
Alla manifestazione il marchio di Carrara si presenterà con un nuovo packaging che ha riguardato il colore delle bottigliette e le etichette in metallo serigrafate e alloggiate nel tappo in marmo.
Ma la vera novità è il lancio di due nuove essenze: Bianco Carrara, una fragranza sofisticata che con note speziate guida i sensi sulla via del marmo verso le porte dell’oriente, e Portoro, una limited edition con boccette numerate con sigillo in oro impreziosite da magiche venature di questo marmo ormai raro.

Nati nel 2013, I Profumi del Marmo contano adesso 5 essenze: creati a Carrara per celebrare il materiale nobile delle Apuane associandolo ad alcune fragranze evocative di ricordi ed emozioni, affidano a un packaging raffinato e di grande purezza formale il compito di narrare storie di arte e bellezza. Un’idea sviluppatasi nella creazione di un’elegante boccetta con il tappo in marmo, ognuno dedicato a una essenza diversa: raccontare il marmo, il design e il lusso attraverso il profumo, questa la mission della giovane azienda che realizza profumeria di nicchia.
In tre anni di vita sono nate le profumazioni Statuario, Calacatta e Arabescato alle quali si aggiungono ora Bianco Carrara e Portoro, profumi avvolgenti, fatti di contrasti, come i luoghi in cui son nati, che si stemperano nella visione della bellezza.
Un progetto legato a una regione che spazia dalle Cinque Terre all’Alta Versilia, dalle montagne al mare, che ha messo in moto una sinergia con le più importanti aziende del territorio: la carrarese Cave Michelangelo di Franco Barattini (Statuario), Henraux (Calacatta), Cooperativa Condomini di Levigliani (Arabescato), Marmi Carrara (Bianco Carrara) e Domenico Falconi srl (Portoro).

I marmi provengono dalle migliori cave, ognuna di esse carica di Storia, di Arte e di storie di uomini: Statuario nasce nella Cava del Polvaccio a Carrara, la più amata da Michelangelo per lo splendore e la purezza dei suoi pregiati marmi apprezzati sin dall’antichità e amati ancora oggi dai più importanti artisti di tutto il mondo: un marmo che affascina come il profumo dedicato.
Calacatta della cava del monte Altissimo da cui proviene, guarda dall’alto l’orizzonte del mare e il suo trasformarsi in opera d’arte, porta nel mondo i profumi della nostra storia, che è un insieme di esperienze visive, tattili e soprattutto olfattive.
Narra la storia di romantici cavalieri moderni Arabescato, che nasce nel cuore più segreto delle Apuane, sul Monte Corchia. Bianco Carrara racconta l’eccellenza della materia, mentre Portoro esprime sontuosità e magnificenza.
A Milano, inoltre, saranno presentate speciali edizioni dei profumatori d’ambiente, le prime di un percorso artistico che coinvolge i laboratori di scultura di Carrara. In mostra, per l’occasione, i tappi scultura degli artisti Luciano Massari (Studi d’Arte Cave Michelangelo) con l’opera Nuvole e Tiziano Gozzani (Studio d’Arte Corsanini) con l’opera SiAmo.

Sculture uniche ispirate dall’essenze de I Profumi del Marmo che esprimono in materia l’emozione delle note avvolgenti dei profumi .

Nuvole narra la leggerezza del marmo che diventa aereo come una goccia di profumo.

SiAmo racconta, nell’abbraccio di due amanti, la “chimica delle passioni” nei sentimenti umani e nel profumo.


I Profumi del Marmo vi aspettano al desk D 26
Monica Zanfini
Comunicazione Ufficio Stampa-Eventi
Via dell'Osservatorio 36, 50141 Firenze
Tel. 055 452567; Mob. 338 8060156
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La foto notizia

"Tutto iniziò con cacciavite e martello..."

Lo scultore di Calais Philippe Deleinsegne al Musa il 3 Agosto, per la quarta puntata di "Conversazioni con l'artista"

Non solo marmo

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree