patrocinio comune




cosmave centro servizi

 

Non solo marmo (28)

COMUNICATO STAMPA DEL 24 MAGGIO 2017

Il Centro Studi di Confindustria Toscana Nord Lucca Pistoia Prato ha elaborato i risultati della rilevazione congiunturale relativa al 1° trimestre del 2017 (consuntivo periodo gennaio-marzo e previsioni aprile-giugno).
L’indagine è realizzata trimestralmente con un campione statistico di imprese manifatturiere di 10 o più addetti, intervistate nell’arco di tre settimane al termine di ogni trimestre di riferimento. Le strutture di Confindustria Toscana Nord gestiscono internamente sia le oltre 500 interviste a trimestre, sia il calcolo dei risultati. Il campione risponde soltanto ai criteri metodologici necessari a produrre risultati statistici attendibili, e quindi comprende aziende associate e non associate; l’obiettivo di Confindustria Toscana Nord, oltre a sostenere le attività di servizio e rappresentanza verso i soci, è infatti quello di offrire un monitoraggio affidabile e tempestivo a tutte le forze istituzionali dei tre territori.
La produzione industriale complessiva nell’area Lucca-Pistoia- Prato
In un contesto incerto, anche nel 1° trimestre del 2017 la produzione industriale dell’area Lucca-Pistoia-Prato registra, dopo la variazione pari a +0,2% dell’ultimo trimestre 2016, una oscillazione intorno allo zero con un -0,6% rispetto allo stesso periodo del 2016.
Per quanto riguarda i macrosettori, si sono attestati sopra il risultato medio dell’area l’alimentare (+1,6%), il cuoio e calzature (+1,4%), la carta e cartotecnica (+0,9%) e, con una variazione tendenziale nulla rispetto al primo trimestre del 2016 i materiali da costruzione, chimica e plastica. In contrazione invece la produzione del settore metalmeccanico (-0,8%, con forti differenze all’interno del settore e fra i territori), il tessile (-2,3%), l’abbigliamento e maglieria (-2,7%), il mobile (-3,0%).
Dal punto di vista dimensionale le imprese maggiori (50 addetti e più) hanno registrato, in aggregato, una variazione nulla mentre quelle tra 10 e 49 addetti, si sono fermate a -1,1%.
Le previsioni di produzione per il secondo trimestre 2017 raccolte dal campione intervistato indicano un miglioramento del clima di opinioni degli imprenditori: il saldo tra la percentuale di coloro che, nelle scorse settimane, hanno previsto aumento e quelle che hanno previsto diminuzione è salito a +22% dal +4% per il primo trimestre (registrato nella rilevazione condotta a gennaio).

“Conferenza Nazionale per gli economisti industriali”: Pistoia Capitale italiana della cultura 2017 tiene a battesimo i seminari residenziali del Centro Studi Confindustria

Passeggiata alla scoperta della Viareggio liberty

Passeggiata alla scoperta della Viareggio Liberty, guidata dall'arch. Marco Piero Paolini.

Sabato 3 Giugno, ore 1700

(scarica il programma)

Corso di formazione gratuito
23 maggio 2017
È importante sapere individuare e scegliere le clausole più adatte per porsi al riparo da un eventuale inadempimento della controparte o comunque per velocizzare l'incasso di quanto dovuto. Le clausole trattate saranno principalmente quelle riguardanti le modalità di revisione del prezzo, la riserva di proprietà ed i suoi limiti nei contratti internazionali, la flessibilità ?limitata? nei contratti quadro, l?alternativa delle garanzie alle clausole penali e/o di liquidazione anticipata del danno, la redazione delle clausole riguardanti i pagamenti, le modalità di redazione della clausola risolutiva espressa a seconda della tipologia di contratto.
La partecipazione è gratuita
Periodo di svolgimento: 23 maggio 2017
Orario: 9.00 - 13.00 14.00 - 18.00
Sede: Camera di Commercio di Lucca, Corte Campana 10 - Lucca
Per informazioni dettagliate sul programma e per iscriversi
http://lu.camcom.it/corsi/le-clausule-da-inserire-un-contratto-internazionale-tutela-delladempimento


Più credito e più sostegno agli artigiani e alle piccole imprese di Massa Carrara. Accordo a favore delle imprese con Banca Carige che rafforza la storica partnership con Cna. Siglata la convenzione tra la principale associazione degli artigiani e l’istituto bancario ligure che prevede, a fianco di condizioni agevolate e migliori tassi, nuovi ed interessanti strumenti finanziari per rilanciare gli investimenti. La convenzione è stata siglata in occasione della presentazione alla stampa presso la sede di Cna dal Presidente, Paolo Bedini e dal Responsabile Area Banca Carige, Graziella Bonacini ed è già disponibile sul sito www.cna-ms.it alla sezione “Convenzioni”. “La difficoltà di acceso al credito – spiega Bedini – è il tallone di Achille per le imprese. Il rapporto con gli istituti bancari, durante la crisi, è diventato sempre più fragile e ha indebolito le imprese, in particolare quelle meno strutturate. La convenzione che abbiamo siglato con Banca Carige ha l’obiettivo di garantire un reale supporto finanziario alle imprese associate attraverso condizioni molto vantaggiose. Penso alle start-up, che per partire hanno bisogno di ossigeno, ma anche alle imprese che possono contare su finanziamenti su misura per effettuare investimenti immobiliari come l’acquisto di un capannone. La nuova convenzione è stata cucita addosso alle esigenze delle nostre imprese. Credo che sarà un valido supporto sia per le neo imprese sia per le realtà produttive già consolidate”.
Per la Responsabile Area Banca Carige, Graziella Bonacini “il rapporto con Cna è un rapporto storico, possiamo dire che sono 60 anni di collaborazione; siamo legati a doppio filo con la crescita delle aziende di Cna e siamo molto contenti oggi di poter continuare a consolidare questo legame, credo che lo stesso progetto di ampliamento della filiale di Battilana vada in questa direzione. Vogliamo essere vicini anche fisicamente alle imprese”. “Siamo soddisfatti di questa convenzione – commenta Paolo Ciotti, Direttore Cna Massa Carrara - sia perché rappresenta un’esclusiva che Cna ha sul territorio di Massa Carrara, sia perché rappresenta la conferma di quanto il Vicepresidente di Carige, Vittorio Malacalza, durante la sua visita a Carrara aveva confermato ovvero l’intenzione di creare nuovi rapporti sul territorio, di consolidare quelli già in essere e di creare le condizioni per supportare le imprese. Ovviamente la convenzione si muove sui criteri di rating, ma cerca di andare incontro a tutte le imprese anche quelle meno virtuose. Le nostre aziende potranno quindi rivolgersi alle singole Filiali di Carige e richiedere l’applicazione delle nuove condizione bancarie, dietro presentazione di un nostro certificato di regolare iscrizione all’Associazione.
L’ultimo rapporto della Camera di Commercio di Massa Carrara aveva evidenziato una difficoltà persistente di acceso al credito destinato, per esempio, alle costruzioni (-4,7%) e ai servizi (-2,4%), mentre la componente manifatturiera registrava un leggero calo (-0,7%), dovuto probabilmente alla crisi di alcune importanti realtà produttive. Ma anche i tassi di interesse bancari sui prestiti a breve termine erano tra i più alti (6,4% contro il 5,1% regionale). “Il rinnovo della convenzione – prosegue Bedini – rappresenta un nuovo punto di partenza nei rapporti bancari sul territorio da parte della nostra associazione".
Per informazioni vai sul sito www.cna-ms.it oppure pagina ufficiale Facebook.

Digital for Export

ICE-Agenzia, Confindustria Piccola Industria e Intesa Sanpaolo hanno ideato e organizzato il percorso , con l'intento di orientare le imprese nelle scelte strategiche dell'internazionalizzazione, attraverso una formazione focalizzata sull’importanza del digitale nei processi aziendali transnazionali.
I processi aziendali riferiti all’export hanno sempre più carattere digitale. Il percorso si propone di aprire le imprese italiane verso nuovi orizzonti, con l’obiettivo di accrescere il loro business e competitività sui mercati esteri.
Migliora le competenze per l’export della tua azienda sfruttando al meglio le opportunità offerte dal mondo digitale:
approfondisci conoscenze e competenze sul commercio estero e l'internazionalizzazione di impresa;
ricevi una formazione specifica sulle tematiche emergenti legate al mondo del digitale: Made in Italy e digitale, Business to Consumer, cross-border e-commerce, global marketplace e digital marketing.
Aperte le iscrizioni online per la tappa di Firenze!
Dove:
CR FIRENZE
Via Carlo Magno n. 7
50127 - Firenze
Quando:
17 - 18 maggio 2017
31 maggio - 01 giugno 2017
14 - 15 giugno 2017

Scarica la Circolare Informativa per la tappa di Firenze
https://drive.google.com/file/d/0B-oNmRKHZybxbEhmd0wyT2NNb2c/view
Maggiori informazioni e modulo di candidatura online disponibili sul sito www.digitalforexport.ice.it
ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane
via Liszt 21
ROME, ROME 00144
Italy

La Camera di Commercio di Lucca ha aderito, per il terzo anno consecutivo, al progetto Eccellenze in Digitale promosso a livello nazionale da Google e Unioncamere Nazionale per digitalizzare le piccole e medie imprese. L'edizione 2017 di Eccellenze in Digitale si propone di raccontare la cultura dell'innovazione attraverso le novità dell' Industria 4.0 , aiutare le imprese a sviluppare competenze digitali ed avviare un dialogo sulle opportunità economiche della rete. Ciò avverrà attraverso la realizzazione di 6 seminari formativi gratuiti di natura teorico e pratica destinati alle imprese del territorio di tutti i settori, che potranno così conoscere le migliori strategie per essere efficacemente presenti on line.
Il percorso seminariale si svolgerà a partire da maggio a luglio 2017 e sarà curato dalla tutor digitale Gaia Cozzi, specializzata in SEO e corporate blogging, selezionata e formata da Google e Unioncamere. I seminari si svolgeranno presso il Polo Tecnologico Lucchese (Sorbano del Giudice -Via della Chiesa XXXII, trav.I n.231) con orario 10:00 13:00.
In fase di iscrizione ai seminari (tutti, eccetto quello introduttivo) sarà possibile iscriversi ad un approfondimento (follow up) gratuito programmato nel pomeriggio della stessa giornata dalle ore 14:00 in poi. La partecipazione al follow up dovrà essere confermata il giorno precedente al seminario a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questi i titoli e le date dei seminari:
- Le opportunità della rete: dal sito web al Cloud a Industria 4.0  Lunedì 8 maggio
- Social Media Marketing: raccontarsi attraverso i social - Mercoledì 17 maggio
- Il mondo in tasca: sfruttare le potenzialità del mobile marketing - Mercoledì 31 maggio
- Costruire un e-commerce di successo: dalla strategia ai web analytics - Giovedì 8 giugno
- Farsi trovare online: la SEO e il SEM - Mercoledì 28 giugno
- Web Analytics: utilizzare i dati per creare la tua strategia online - Lunedì 10 luglio
Le informazioni su contenuti e sul programma di ogni seminario nonchè la scheda di adesione on line

Info: 0583 9765

COUNTRY PRESENTATION TANZANIA

COUNTRY PRESENTATION TANZANIA

Roma 4 maggio 2017 - Sala Pirelli ICE- Agenzia.
(scarica il pdf)


Abbiamo il piacere di comunicarvi che il 4 maggio 2017 si terrà la Country Presentation Tanzania dedicata ai settori delle Costruzioni, Infrastrutture, Energia e Ambiente, Sanitario e Medicale, Logistica e Servizi Portuali. L’iniziativa si svolgerà a Roma presso la Sede Centrale dell’Agenzia ICE, Sala Pirelli, 7° piano.
La vostra azienda può iscriversi all'evento cliccando sul mini sito dell'iniziativa:

https://sites.google.com/a/ice.it/country-presentation-tanzania-4-05-2017/home

entro e non oltre il 18/04/2017.

La partecipazione alla Country Presentation è gratuita.
Per maggiori informazioni potrete contattare i seguenti referenti:

Antonio Avallone
Tel: 06. 5992 6998
Mirella Bernardini
Tel: 06. 5992 6641
Claudio Bertinetto
Tel: 06. 5992 6677
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laura La Corte Dirigente

Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali
ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e
l'internazionalizzazione delle imprese italiane
Via Liszt, 21,
00144 Roma, Italia

La compravendita tra due imprese residenti in paesi diversi rappresenta senz'altro la tipologia di rapporto contrattuale più diffusa negli scambi internazionali e l'intensificarsi dei rapporti commerciali con l'estero impone grande attenzione e sensibilità per le tematiche della negoziazione e della stipulazione di contratti d'impresa. Il corso ha la finalità di supportare l?azienda nel capire quali siano le possibili scelte contrattuali in relazione alle diverse e sempre mutevoli operazioni di compravendita internazionale che l?azienda pone in essere e di fornire elementi di base relativi all'internazionalizzazione, per stimolare la ricerca di nuove opportunità sui mercati esteri e per creare i presupposti per la nascita di rapporti commerciali non sporadici.

Periodo di svolgimento:
27 aprile 2017 Orario:9.00 - 13.00 14.00 - 18.00
Durata: 1 giorni - tot 8 ore
Sede: Camera Commercio di Lucca, Corte Campana 10, 55100 Lucca

(nella foto Andrea Cavicchi). Dopo la brillante partenza del 1° trimestre 2016 (+4,8% rispetto allo stesso periodo del 2015), le tre province di Lucca, Pistoia e Prato considerate in aggregato hanno registrato tre trimestri di contrazione tendenziale delle esportazioni manifatturiere: -0,4% nel 2°, -5,0% nel 3° e -2,7% nel 4°. Quest’ultimo dato è stato appena calcolato dal Centro Studi di Confindustria Toscana Nord sulla base dei dati Istat: con questo tassello è quindi possibile tirare le somme dell’intero anno 2016.
Dopo l’ottima performance del 2015 (+8,5% sul 2014), nell’anno 2016 le vendite all’estero di prodotti manifatturieri di Lucca, Pistoia e Prato si sono assestate su una variazione negativa pari a -1,1% sull’anno precedente. A titolo di comparazione, per la Toscana la lancetta si è fermata a +0,8% e per l’Italia a +1,2%.
Per il presidente di Confindustria Toscana Nord Andrea Cavicchi “dopo l’impennata del 2015, assai superiore alla media nazionale, un ripiegamento dell’export dell’area nel 2016 poteva essere messo nel conto. Ha purtroppo contribuito a renderlo più acuto un peggioramento del clima congiunturale a livello internazionale che si è fatto sentire in modo progressivamente più sensibile nel corso dell’anno. In ogni caso oltre alle variazioni è sempre bene ricordare anche i valori assoluti: il manifatturiero delle tre province di Lucca, Pistoia e Prato esporta prodotti per 7,23 miliardi di euro, un dato che rappresenta il 22% dell’export della regione. La nostra area è e resta un pezzo fondamentale del cuore industriale della Toscana che, al di là delle oscillazioni congiunturali, continua a dimostrare una grande capacità di proiezione sui mercati esteri”.
Lucca
L’export manifatturiero lucchese recupera in parte rispetto alla forte contrazione registrata nel 3° trimestre (-12,5% rispetto al 3° 2015) con un -4,4% nel 4° trimestre che porta la chiusura dell’intero anno 2016 a quota -5,6%. Il valore di beni manifatturieri esportati dalla provincia nell’anno trascorso si attesta a 3,63 miliardi di euro.
A livello settoriale il -4,1% del 4° trimestre dell’export di prodotti della carta fissa la variazione dell’anno del settore a -1,1%. Ancora in crescita l’export di macchinari e apparecchi che con il +5,1% del 4° trimestre contribuisce a un significativo +9,0% annuale. In flessione l’export alimentare nel 4° trimestre (-3,4%) con una variazione annuale che si colloca a -2,9%. Contrazione nel 4° trimestre anche per il lapideo (-14,1%) che porta i valori esportati nel 2016 praticamente allo stesso livello dell’anno precedente. In recupero l’export della nautica con un +12,8% trimestrale che ferma la lancetta del 2016 a -27,4%. Un dato, questo, molto diverso da quello dell'indagine congiunturale di Confindustria Toscana Nord, che dava -0,7% come variazione della produzione industriale del 2016 rispetto al 2015: una contraddizione solo apparente, però, dovuta alle forti e fisiologiche oscillazioni di un comparto con cicli molto lunghi e inevitabilmente irregolari di produzione, consegna e fatturazione. Contrazione per il settore moda (tessile, abbigliamento, calzature, pelletteria) con un -21,3% trimestrale che porta il dato 2016 a -11,3%.

Pistoia
L’export manifatturiero pistoiese registra un incremento pari a +2,7% nel 4° trimestre e chiude il 2016 a +3,3% con un valore di prodotti manifatturieri esportati che si attesta a 1,1 miliardi di euro.
A livello settoriale il -1,6% del 4° trimestre dell’export di tessile-abbigliamento porta la chiusura dell’anno del settore a +0,3%. Fra i settori della moda, anche il calzaturiero registra una contrazione nel 4° trimestre del -5,5% e del -3,7% rispetto al 2015. La meccanica allargata mette a segno un +4,0% nel 4° trimestre che contribuisce a fissare il 2016 su una variazione positiva pari a +7,8% rispetto all’anno precedente.
In flessione l’export alimentare nel 4° trimestre (-11,8%) con una variazione annuale che si colloca a -1,5%. Contrazione nel 4° trimestre anche per il mobile (-8,8%) che porta la variazione dei valori esportati nel 2016 a -7,0% rispetto all’anno precedente. In forte avanzamento l’export della chimica, plastica e farmaceutica che con il +72,6% del 4° trimestre contribuisce a un significativo +27,4% annuale.
L’export di piante vive, settore non manifatturiero che caratterizza comunque fortemente l’economia pistoiese, registra un +4,0% nel trimestre e un +6,8% nell’anno.

Prato
L’export manifatturiero pratese registra una contrazione del -2,5% nel 4° trimestre e chiude l’anno con un +4,0% rispetto al 2015, con un valore di prodotti manifatturieri esportati che si attesta di poco sotto i 2,5 miliardi di euro. A livello settoriale, non positivo il 4° trimestre del tessile che subisce una flessione del -7,7% e chiude l’anno con un -1,1%. All’interno del tessile sono i filati a pagare il prezzo maggiore al cambiamento delle correnti della moda e all’indebolimento della congiuntura, con un -16,8% nel 4° trimestre e con un risultato annuale che si attesta a -6,5%. Meglio per le varie categorie di tessuti (ortogonali, a maglia, speciali) che nel 4° trimestre si fermano a -6,
2
% portando la variazione dell’anno a -0,1%.
Ancora in avanzamento l’export di abbigliamento (confezioni e maglieria) che mette a segno un +5,0% nel 4° trimestre e +8,8% per l’intero 2016.
In ulteriore crescita anche l’export di macchinari e apparecchi, da riferire principalmente alle produzioni del meccanotessile, che con +24,7% nel 4° trimestre contribuisce a un significativo +17,2% annuale.

Pagina 2 di 3

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree