patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Non solo marmo (46)

Il seminario si pone l’obiettivo di trasferire competenze operative sui crediti documentari, definendone le caratteristiche e individuandone gli aspetti più peculiari. Ampio spazio sarà dedicato all’analisi della normativa UCP 600 ICC e alla pubblicazione 745 ICC dedicata alla prassi bancaria internazionale uniforme. Si analizzeranno, infine, numerosi casi pratici per meglio comprendere l’operatività dello strumento.

(il programma)

La partecipazione all'evento è gratuita.
12 marzo 2018
9:30 – 13:30 | 14:30 - 17:30
È possibile iscriversi entro il:
09/03/2018
Camera Commercio di Lucca, Corte Campana 10 - Lucca
Segreteria organizzativa:
Promozione Interna e Estera

 Seminario
7 febbraio 2018
L'iniziativa è rivolta alle imprese e a tutti gli operatori economici che sono interessati a lavorare con le pubbliche amministrazioni toscane che fruiscono della piattaforma START per esperire le proprie procedure di gara. Durante la mattinata saranno presentate le principali funzionalità della piattaforma START e quelle di preminente interesse per le imprese. In particolare saranno illustrate le modalità di registrazione degli operatori economici all'indirizzario fornitori e la scelta delle categorie merceologiche di proprio interesse. Seguirà una dimostrazione operativa sulle modalità di partecipazione ad una procedura di gara, es. procedura negoziata cui si è stati invitati.

L'iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comune di Lucca che a partire dal 1 marzo 2018, utilizzerà per esperire gli affidamenti - oltre agli altri strumenti telematici e tradizionali - la nuova piattaforma "START".

La partecipazione è gratuita

Periodo di svolgimento: 7 febbraio 2018

Orario: 10.00 -13.00

Sede: Camera di Commercio di Lucca, Corte Campana 10 Lucca - Sala dell'Oro I°Piano

Ufficio Sviluppo Imprenditoriale
Camera di Commercio di Lucca
Tel. 0583.976.636/.673 - Fax 0583. 199 99 82
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seminario Gratuito

"Digitalizzazione delle imprese, le agevolazioni del Ministero Sviluppo Economico e della Camera di Commercio: istruzioni per l'uso"
16 gennaio 2018 ore 9.30
Polo Tecnologico Lucchese

Open Innovation Club della Regione Toscana: Un'opportunità per le imprese Toscane

Venerdì 24 novembre 2017 Ore 9.30


COMUNICATO STAMPA DEL 18 NOVEMBRE 2017

Misure contro il dumping cinese, l’Unione europea fa propria la posizione italiana. Francesco Marini: “Risultato positivo di una lunga battaglia”

La notizia era molto attesa: l’Unione europea, dopo annose discussioni, ha fatto propria la posizione italiana e ha approvato un nuovo regolamento che conserva la possibilità di applicare anche alla Cina misure anti-dumping, escludendo il riconoscimento dello status di economia di mercato.

E’ stato per oltre 15 anni uno dei cavalli di battaglia delle politiche di Confindustria a livello sia nazionale che locale: il dumping praticato dalla Cina escludeva tassativamente, a giudizio delle industrie e anche dei governi italiani succedutisi negli anni, che al paese asiatico venisse riconosciuto lo status di economia di mercato (Mes, per gli addetti ai lavori). Un riconoscimento, questo, che avrebbe reso impraticabile l’applicazione di qualsiasi misura per la regolazione dei flussi delle merci dalla Cina. Si sarebbero così azzerati anche gli strumenti – già limitati – attualmente disponibili per contenere l’onda d’urto di una concorrenza commerciale all’insegna del dumping sociale e ambientale, e quindi a buon diritto definibile come sleale.

Nei vari organi europei, ma soprattutto in Consiglio, l’Italia si è sempre opposta al Mes; Confindustria è sempre stata particolarmente impegnata in questa battaglia e al suo interno le industrie manifatturiere del territorio di Confindustria Toscana Nord sono fra quelle che hanno espresso maggiore contrarietà a questa prospettiva.

Il lungo pressing dunque non è stato vano. Già un anno fa la Commissione si era persuasa a dichiararsi contraria al Mes per la Cina e a prevedere nuove regole per i partner commerciali extra-europei; secondo il nuovo regolamento, nei confronti di chi viola gli standard sociali e ambientali internazionali possono essere applicate misure anti-dumping. Il regolamento è poi stato perfezionato e migliorato dagli altri organi dell’Unione Europea, Consiglio e soprattutto Parlamento.

“Concordiamo pienamente con quanto dichiarato dal ministro Calenda, che nel commentare il nuovo regolamento europeo anti-dumping parla di un risultato non ottimale ma il migliore possibile nel contesto di riferimento – commenta Francesco Marini Consigliere delegato di Confindustria Toscana Nord per l’internazionalizzazione e la crescita -. E’ vero, ciò a cui si è giunti non è certo la soluzione di tutti i problemi ma è un passo importante sul piano materiale e anche simbolico, oltre che un successo per l’industria italiana e per il paese. Secondo alcuni calcoli la concessione del Mes alla Cina avrebbe messo a rischio in Italia dai 200.000 ai 500.000 posti di lavoro. Governo, Confindustria e delegazione parlamentare italiana al Parlamento europeo hanno saputo muoversi uniti e determinati per una buona causa. Per le nostre imprese il nuovo regolamento significa un po’ più di tranquillità: sappiamo che in caso di nuove massicce offensive commerciali della Cina su prodotti di nostro interesse qualche arma in mano la abbiamo.”


Alessio Ranaldo, che ha guidato i Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana Nord fin dall’unificazione dei tre Gruppi di Lucca Pistoia e Prato ha rassegnato le proprie dimissioni; ciò in seguito alla sua recente elezione come Presidente di Confindustria Toscana.
Gli subentra, nella sua qualità di Vice Presidente più anziano il lucchese Stefano Francesconi: che, a norma di regolamento del Gruppo, traghetterà la componente giovanile di Confindustria Toscana Nord alle prossime elezioni dell'anno prossimo.

Lucca 9 ottobre, Prato 10 ottobre e Pistoia 11 ottobre.

 

"Tecnologie 4.0, energia e risparmio".

Seminario a Lucca il 4 ottobre ore 17.30

 

 29 settembre 2017
Il corso si propone di fornire alle aziende partecipanti gli strumenti teorico pratici al fine di una corretta acquisizione ordine, dalla ricerca dei mercati obiettivo, ricerca partners, monitoraggio dei concorrenti, contatto con il cliente, fino al corretto processo di acquisizione ordine in base alle clausole contrattuali, incoterms utilizzati, pagamenti e documentazione necessaria al fine di formalizzare una corretta procedura di acquisizione ordine.
La partecipazione è gratuita
Periodo di svolgimento: 29 settembre 2017
Orario: 9.00 - 13.00 14.00 - 18.00
Sede: Camera di Commercio di Lucca, Corte Campana 10 - Lucca
Per informazioni dettagliate sul programma e per iscriversi cliccchi qui
Ufficio Sviluppo Imprenditoriale
Camera di Commercio di Lucca
Tel. 0583.976.636/.673 - Fax 0583. 199 99 82
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina 2 di 5

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree