patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

The Latest

MASSA Via libera dall'assemblea toscana alla mozione promossa da Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd, "In merito alla valorizzazione della figura del restauratore di beni culturali". Impegni precisi in Conferenza delle regioni, individuazione di possibili soluzioni per rafforzare la presenza di questa figura all'interno di enti ed istituzioni, nonché per la realizzazione dell'albo professionale e una riformulazione delle categorie delle stazioni appaltanti, nella prospettiva di ampliare il raggio d'azione di chi svolge questa mansione: questo ciò che si sollecita alla Giunta attraverso l'atto di indirizzo in questione."Il patrimonio storico, artistico e paesaggistico della Regione Toscana rappresenta una risorsa inestimabile che, anche attraverso il nostro Statuto, ci premuriamo di tutelare e valorizzare con risorse e investimenti. - spiega Bugliani - Garantirne la sicurezza e la conservazione è un impegno che riguarda tutti». --

Il robot che raddoppia la produzione del marmo

Presentato alla Savema il primo impianto automatizzato che svolge da solo
tutte le fasi della lavorazione delle lastre. Sarà guidato dall'uomo al computer
Luca Basile / PIETRASANTA Definirlo un robot forse non è completamente appropriato, perché evoca scenari dove l'apporto dell'uomo, alla fine, è irrilevante o quasi: sta di fatto, però, che il nuovo impianto automatizzato inaugurato ieri mattina nella sede della Savema - alla presenza del sindaco Alberto Giovannetti - baserà il proprio ciclo di produzione molto più sulla tecnologia rispetto all'apporto manuale di oggi. Impianto, realizzato dalla Prometec, ditta di Massa che vede fra i suoi referenti l'ex primo cittadino della città apuana Roberto Pucci, su cui la Savema punta molto per valorizzare la propria fetta, e non solo quella, di mercato. «Un investimento che risponde ai canoni di "Industria 4.0". Ad oggi solo la nostra azienda, in Italia, può contare su una tecnologia del genere che garantisce procedure più evolute, più rapide e più sicure» fanno sapere Ugo Bosetti, amministratore delegato della Savema e Fabrizio Palla, componente dello stesso cda
IDENTIKIT. L'azienda versiliese dà lavoro a 105 dipendenti
Agli albori del 43° di vita la Savema, nata da un'idea delle famiglie Piacentini e Volterrani, continua a proporsi come azienda leader nella lavorazione di marmi, graniti e pietre ornamentali. La sede che si affaccia dalle parti della via Aurelia, a Pietrasanta, occupa circa 75 mila mq per un fatturato annuo pari a 40 milioni mentre sono 105 i dipendenti. La produzione mensile è pari a 50 mila mq mentre gli investimenti tecnologici, nell'anno in corso, sono stati 3 milioni. Tra i più importanti progetti firmati Savema ricordiamo la Freedom Tower a New Yorkl, il 9/11 Memorial di Ground Zero, la Central Bank del Kuwait, The Shard di Londra, la Tour Odeon di Montecarlo, il Museo Louvre Abu Dhabi.

Così com'è iniziata - cioè allegramente aperta alla sperimentazione e alla partecipazione, alla libertà e alla condivisione del momento creativo - la mostra "Sharing Creativity" dello scultore americano David Campbell si avvia alla conclusione. Domani, sabato e domenica ultimi giorni di apertura e ultime interazioni col pubblico a Palazzo Rossetti. Un finale giocoso, che alternerà momenti didattici a piccoli spettacoli e intrattenimenti per persone curiose di ogni età. Si parte domani alle 18,30 col laboratorio interattivo in inglese, appuntamento amatissimo dai bimbi, fianco a fianco per l'ultima volta con l'artista per creare immagini e storie


Ha 46 anni, è successo ieri mattina in cava La Facciata
Un attrezzo con cui lavorava gli ha schiacciato la mano

CARRARA Un incidente per fortuna non grave ieri mattina nel bacino di Torano, a cava La Facciata. Ad allertare il 118 sono stati gli stessi lavoratori in cava, quando un loro collega, di 46 anni, mentre stava manovrando un macchinario ha lanciato un urlo che ha fatto raggelare il sangue a tanti.L'incidente in realtà è stato molto meno grave di quanto si poteva temere. Infatti l'uomo, un esperto cavatore ben cosciente delle procedure e dei rischi da non correre, si è procurato una frattura della falange del dito della mano destra dopo che è rimasto schiacciato durante una procedura.Una cosa non particolarmente grave, ma che ha richiesto l'intervento immediato dell'ambulanza. Il mezzo di soccorso è partito da Fantiscritti con i l medico già a bordo e ovviamente non è stato necessario avvertire né dare il via ad altri soccorsi.In poco tempo, sono circa le 12.30, l'ambulanza raggiunge la cava dove il lavoro era chiaramente sospeso in attesa del medico. I colleghi si erano stretti attorno al cavatore ferito, ma fin da subito si è capito che si trattava di un incidente decisamente minore. Certo, non piacevole per chi lo ha subito, con un dolore lancinante e improvviso.L'uomo è stato visitato sul posto e poi il medico ha comunque deciso di trasportarlo al Noa per ulteriori analisi. Era evidente come non si trattasse di una semplice contusione, ma che una parte dell'osso della mano si fosse rotta.Servivano dunque lastre, fasciatura e un controllo ospedaliero. L'ambulanza, intervenuta una ventina di minuti dopo l'incidente, ha portato l'uomo al Noa.Lì i medici lo hanno visitato e hanno accertato che oltre alla frattura non ci fossero altri problemi per il cavatore. E così non era.Tanto è vero che l'incidente è stato rubricato con il codice di emergenza giallo, quasi il minimo. Niente di preoccupante anche se, dopo la prognosi, è chiaro che per il cavatore servirà un periodo di riposo prima di poter riprendere la sua attività tra il marmo delle cave. Purtropppo uno dei numerosi incidenti che ogni anno si registrano alle cave.

MASSA In campagna elettorale è stato uno dei temi caldi: addio a Gaia e riacquisizione del servizio idrico e della rete di distribuzione e depurazione da parte del Comune. La richiesta dell'uscita da Gaia l'amministrazione ancora non l'ha formalizzata, ma l'intenzione e gli impegni politici li conferma tutti. Parola del primo cittadino e di Daniele Pepe, capo di gabinetto, che quella volontà l'hanno ribadita durante la conferenza stampa per i 100 giorni dall'avvio del mandato: «Con gli altri sindaci del centrodestra valuteremo - spiega Persiani - la possibilità di uscita. La conferenza dell'autorità idrica ancora non è stata convocata. Come negli altri ambiti, anche in quello esprimeremo con chiarezza la nostra linea». E se la priorità rimane l'uscita da Gaia, l'amministrazione Persiani, in questa fase, si impegna «a chiedere una definizione delle tariffe in maniera più equa e ad assicurare che gli investimenti siano realizzati anche nel nostro territorio. A garanzia dei diritti dei cittadini». Gaia, quindi, ma le novità - e non da poco - arrivano da un altro fronte, quello delle cave. L'amministrazione, infatti, sta mettendo mano alle tariffe proprio sull'escavato: «Interverremo - a fare il punto è Pierlio Baratta, assessore alle finanze - sulla qualità del materiale estratto, anche in applicazione alla legge regionale 35 del 2015. Il contributo fisso passerà dagli attuali 17,5 euro a tonnellata, indipendentemente dal materiale, ad 8 euro. Incrementeremo, però, il valor medio garantendo così un extragettito stimato in un milione di euro».Per semplificare: verrà aumentato il valore medio in base alla qualità consentendo un incremento di entrate - così sostiene l'amministrazione - di un milione: «Passeremo - chiarisce l'assessore Baratta - dall'1,8 milioni di entrate attuali ai 2,8 milioni. Certo sul cambiamento dovrà aprirsi a breve un confronto con le categorie e gli imprenditori del settore». Con le entrate dal marmo, l'amministrazione Persiani punta a «realizzare interventi legati al settore del lapideo» con particolare riguardo alla viabilità. Novità anche su un altro fronte, quello dell'edilizia popolare con una diversa attribuzione di punteggio per l'assegnazione degli alloggi: «Oggi (leggi: ieri ndr) viene pubblicato il bando - spiega Amelia Zanti, assessore al sociale - con due novità sui punteggi. I punti per la storicità in graduatoria (da quanto sei in lista ndr) passano da 0,25 a 0,50. E 2 punti saranno assegnati a chi lavora o ha un attività lavorativa nel comune di Massa da almeno 10 anni». --

Marmo all'opera il quartetto è super


IL CONCERTO Sabato 20 Ottobre - alle 18 - si terrà il quinto appuntamento di "Marmo all'opera!" il Festival lirico organizzato dalla Associazione Amici della Lirica in collaborazione con il Comune di Carrara per sancire e sottolineare lo stretto connubio tra la tradizione del melodramma, tanto cara e viva nel pubblico carrarese, ed il mondo del marmo, simbolo della nostra Città; tale festival, che ad ogni appuntamento riscuote un successo sempre più eclatante, è ormai una realtà consolidata; questi incontri hanno permesso a moltissime persone di entrare nei luoghi della nostra tradizione, laddove la materia si trasforma in arte, luoghi sconosciuti ai più, ma parte viva della storia di tutti. L'organizzazione dell'evento di sabato 20 si è resa possibile anche grazie alla generosità di "Franchi Umberto Marmi S.r.l." che ospiterà il concerto nel nuovissimo deposito su via Aurelia (ingresso da Via del Bravo) a Nazzano.Il cast del concerto è assolutamente straordinario e prevede la presenza di star internazionali di primissimo piano: Anna Pirozzi, il soprano italiano del momento; dopo il debutto al Festival di Salisburgo nel 2013 con Riccardo Muti in Nabucco, uno dei suoi cavalli di battaglia, ha cantato sui più importanti palcoscenici. Altro artista mai stato a Carrara, Vladimir Stoyanov è un autentico baritono verdiano dal timbro di velluto e dal porgere elegante che vanta una carriera straordinaria. Al suo fianco il tenore Luciano Ganci, premio Oscar per la new generation nel 2015. E, a completare un formidabile quartetto, una beniamina del pubblico di Carrara, il mezzosoprano Tiziana Carraro.Accompagnerà questo cast eccezionale il M° Pietro Mariani. La prevendita inizierà domani presso i negozi: Ricami Mariana (dalle 10 alle 12,30) in Piazza Battisti a Carrara e Abbigliamento Damyl (10/12,30 e 16/19) in Ruga A. Maggiani a Marina. Posto unico numerato EUR 15. --

I primi cantieri: Museo Mitoraj, recupero del centro ippico della Versilia, proseguimento di via Pisanica, Rocca di Sala e lavori nelle scuole

PIETRASANTA Dai grandi cantieri alla viabilità, dagli interventi contro il dissesto idrogeologico all'auspicata tutela ambientale. La giunta, alla voce opere pubbliche, ha approvato, nei giorni scorsi, un piano di investimento pari a 40 milioni di euro su base triennale.Nella lista delle "cose da fare" sono confermati, appunto, tutti i grandi cantieri: la Rocca di Sala e il proseguimento della Pisanica, il museo Mitoraj e il recupero del centro ippico della Versilia. Ci sono investimenti importanti nel settore scuola con quasi 7,5 milioni di risorse da spendere tra cui 150 mila euro all'anno per gli interventi di adeguamento normativo dei plessi e 1 milione - si legge in una nota comunale - per l'efficientamento energetico della scuola Mutti e Forli (6 milioni sono derivanti dal finanziamento ottenuto per il polo unico di Marina). Per migliorare la viabilità e la sicurezza stradale saranno stanziati quasi 2,5 milioni di euro per realizzare 5 nuove rotatorie (via Aurelia-via Pontenuovo, via Aurelia-via Santini, via Marconi-via Avis Donatori, Aurelia-via Astoria e Aurelia-via Tremaiola-Motrone) e per le nuove asfaltature in tutte le frazioni di cui 400mila euro già nel 2019.Numeri spiegati dal sindaco Alberto Giovannetti. «Il bilancio del 2018 è figlio della gestione commissariale e ci ha permesso poche manovre in questi primi mesi di mandato. Nel 2019 invece spenderemo sul territorio 15 milioni e daremo la prima scossa al territorio mantenendo, così facendo, gli impegni presi con i cittadini. Aggiungeremo al piano altri interventi e opere che in questa prima fase non sono state inserite. Questi investimenti dovranno correre paralleli agli investimenti dei privati che vogliamo rimettere in moto adottando un nuovo regolamento urbanistico. Fino a quel momento provvederemo a colpi di varianti per sbloccare parte di quelle oltre 500 manifestazioni di interesse arrivate lo scorso anno».Previsti stanziamenti per le frane di Capriglia, Vitoio, Castello. E ancora i cimiteri e Valdicastello «con ulteriori risorse per la rimozione dell'amianto» ribadiscono dal Comune. -- L.B.

La cava Artana e il successo dello spot dell'Audi

pubblicità d'autore


CARRARA È stato girato alle cave lo spot della nuova Audi Q8. Lo ha fatto realizzare la concessionaria Brotini Spa per tutti i suoi canali internet.Il video mostra questo nuovo suv, che con agilità sale i tornanti della ripida strada che conduce a Fantiscritti passando per i ponti di Vara. Lo ha prodotto la "Fly ciak" di Sarzana, per la regia del giovane Francesco Quadrelli di santo Stefano magra, fresco di laurea in cinema.

CARRARA La presidente della commissione Marmo Nives Spattini, in una nota, interviene sul tema dell'asportazione delle terre dal monte, a seguito della seduta della commissione di lunedì sull'analisi economica dell'attività estrattiva. «I quantitativi di terre che vengono rimossi dalle cave sono in aumento. Lo confermano i dati. Ad agosto 2018 sono state asportate 170.413 tonnellate di terre. Questo significa che a quattro mesi dalla chiusura dell'anno è già stato ampiamente superato il quantitativo complessivo rimosso nel 2017 e quasi raddoppiato quello del 2016. A dicembre 2017 infatti erano state asportate un totale di 144.117 tonnellate: l'anno precedente (2016) ha chiuso con 97.347 tonnellate». «I numeri parlano chiaro. Il trend è in aumento rispetto agli ultimi due anni e questa inversione di tendenza è sicuramente il risultato dell'intensificazione dei controlli lanciata lo scorso settembre sugli stoccaggi abusivi al monte per volontà dell'amministrazione comunale ed eseguiti dal personale dell'Ufficio Marmo e Ambiente» ha commentato la presidente della commissione Marmo Nives Spattini. «Siamo soddisfatti di questo risultato e abbiamo intenzione di mantenere e migliorare questa tendenza. Serve il massimo impegno da parte di tutti e non abbiamo assolutamente intenzione di allentare l'attenzione. Qui si tratta non solo di assicurare il rispetto della legge ma anche di tutelare la sicurezza dei cittadini, viste le conseguenze che gli stoccaggi abusivi hanno sugli equilibri idraulici ed idrogeologici del monte» ha concluso la presidente. --

Completato il restauro della Colomba della Pace


dono dei coniugi geloni

CARRARA Si è concluso nei giorni scorsi il restauro de "Il messaggero" (detto anche "La Colomba della Pace") l'opera dello scultore Carlo Sergio Signori che si trova in piazza Due Giugno.L'intervento di ripulitura è stato donato alla città da due carraresi che hanno deciso di festeggiare le loro nozze d'oro facendo questo regalo ai loro concittadini.

Pagina 8 di 569

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree