patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

Nuova tragedia sul lavoro, muore operaio Sfonda il lucernario e precipita per 15 metri

22 Luglio 2021 K2_ITEM_AUTHOR  La Nazione

La Nazione


Daniele Rebecchi di Massa, 54 anni, assieme a un collega stava lavorando a Carrara sul tetto di un capannone dell’area Gaspari Menotti Inutili i soccorsi, s’indaga sul rispetto delle norme.

L’Asl: «Aveva la cintura di sicurezza, ma non sappiamo se fosse assicurato»
di Claudio LaudannaCARRARA Non erano ancora le 8, ma sul tetto di quel capannone di viale Zaccagna la colonnina di mercurio aveva già iniziata a schizzare veloce verso l’alto. Daniele Rebecchi, 54 anni, massese di Ricortola, padre di due figli, artigiano e amministratre unico della propria ditta, la Erredi srl, era impegnato assieme a un suo dipendente alla sistemazione della copertura di questo grande e anonimo edificio quando, improvvisamente, è cascato attraverso un lucernario e si è schiantato al suolo, quasi 15 metri più sotto. Per lui non c’è stato nulla da fare nonostante il pronto intervento dei sanitari del 118, la morte è arrivata sul colpo sotto lo sguardo terrorizzato non solo dell’amico e collega, ma anche degli altri operai che erano al lavoro ieri nel capannone. Questo grande spazio si trova proprio in fondo a quel braccio di viale Zaccagna che ospita anche la sede di Nausicaa e uno degli ingressi al grande yard del Nuovo Pignone.


Massa e Carrara piangono Daniele
Entrambe le città hanno proclamato il lutto Annullata la Bandiera blu
Lutto cittadino un memoria di Daniele Rebecchi sia a Carrara che a Massa. Il sindaco della città del marmo, Francesco De Pasquale (nella foto), lo ha proclamato già ieri mattina, non appena saputa la notizia della morte dell’artigiano in viale Zaccagna. «In segno di vicinanza ai suoi cari – ha spiegato il primo cittadino carrarese – l’amministrazione ha disposto la proclamazione del lutto cittadino per la giornata stessa e ha annullato la cerimonia per la Bandiera Blu». Il suo collega massese, Francesco Persiani ha utilizzato i propri canali sui social network per fare l’annuncio. «A nome mio personale, di tutta l’amministrazione comunale e della città, mi unisco al dolore dei familiari dell’operaio Daniele Rebecchi – ha detto Persiani – . In segno di vicinanza proclameró il lutto cittadino in occasione delle esequie.

«E’ sempre stato un grande lavoratore»
MARINA DI MASSA Daniele era «una persona perbene», il tono di voce di Lino Rossi non è allegro come al solito. Questo imprenditore massese nel settore della ristorazione e della pasticceria, molto conosciuto per i locali che gestisce, tra cui uno in piazza Betti, parla così dell’incidente che è avvenuto ieri mattina in viale Zaccagna. Ad Avenza Lino Rossi ha perso una amico Daniele, Daniele Rebecchi, 54 anni, massese, vittima di un tragico infortunio sul lavoro. «Sì, conoscevo Daniele, era un cliente ed un amico. L’ultima volta che lo ho incontrato risale ad una decina di giorni fa. Era un grande lavoratore. Una persona senza grilli nella testa.

 Una persona seria. Ho saputo che cosa è successo stamani (ieri , ndr) da un amico comune. Mi è sembrato incredibile. Quando una persona perde la vita sul lavoro le parole che si possono dire sono spesso inutili. Sono tragedie che non dovrebbero succedere.

I commenti
Giani non ci sta «Fermiamo questa tragedia»
CARRARA «Ancora una tragedia. Più controlli sulla sicurezza». E’ il grido che dopo l’incidente di viale Zaccagna ha lanciato forte e chiaro il governatore Eugenio Giani (nella foto) e che hanno ribadito politici e istituzioni del territorio a tutti i livelli: da Roma passando per Firenze fino a Carrara. «La Toscana – ha detto Giani - abbraccia i familiari dell’operaio morto e ancora una volta siamo a richiamare l’importanza del rispetto delle norme di sicurezza». «Si deve investire sulla cultura della sicurezza – gli fa eco il parlamentare di Italia Viva Cosimo Ferri -.

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree